Vai al contenuto

Relazioni Pericolose – Amori e altri disastri — Leggo per Scrivere

Hai presente quelle persone piccole fuori, ma grandi dentro? Ecco, io ho avuto il piacere di conoscerne qualcuna… forse qualcuna l’avrei conosciuta meglio, se non l’avessi calpestata, ma sono i rischi del mestiere: beh, questa di casino ne fa tanto e si fa notare anche dalla “gente grande”.
Seguila, ne val la pena… e poi, anche se lei è solo una gnoma, mentre io sono un troll (o così lei dice) vedrai che non te ne pentirai!

Grazie, Irene!

Recensione raccolta di racconti “Relazioni Pericolose” di Alessandro Gianesini

Relazioni Pericolose – Amori e altri disastri — Leggo per Scrivere

29 commenti su “Relazioni Pericolose – Amori e altri disastri — Leggo per Scrivere”

          1. Ciao, bellissima recensione, è da diverso tempo che ho acquistato il libro 8n questione ma ahimè devo ancora leggerlo 😌 È anche da diverso tempo che mi ero ripromessa di seguire il tuo blog, ma ahimè, anche in questo caso ho temporeggiato, pardon 😌. Comunque è da diverso tempo che ti leggo nei commenti devo dire che in questi, risulti essere sempre simpatico!!! Ti chiedo scusa per tutti i miei ritardi, ma anche il reade4 non sembra ma è impegnativo e alle volte non si riesce sempre a concludere tutto. Buon pomeriggio.

            1. Ciao, intanto grazie per essere qui: non ti devi affatto scusare, non credo sia una priorità nella vita di nessuno leggere il libro che ho scritto.
              Mi fa molto piacere leggere i complimenti che mi fai sulla fiducia e sono sicuro che anche leggere te sarà un piacere. (ho visto oggi la pubblicazione della poesia di Filippo: davvero attuale e “sua” in tutta l’essenza).

              Spero ti troverai bene da queste parti e, se hai qualsivolgia domanda, non esitare: io farò lo stesso! 😉

          2. Deve essere stato un bel lavoro di studio, di indagine e di confronto: dalla recensione vedo di racconti d’amore “senza frontiere”. A questo punto me lo procuro perché voglio proprio comprendere. Complimenti!

            1. Grazime mielle Giuseppe! Spero che ne resterai soddisfatto, però non enfatizzerei sul lavoro di indagine sul campo: è pur sempre un lavoro di fantasia, in buona parte… e di rielaborazione in altri casi! 😉

            Rispondi

            %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: