Vai al contenuto

Io vi maledico

Stamattina mi sono svegliato entusiasta della vita, della situazione in cui ci troviamo e, di getto, mi è partito questo breve testo.
Magari farà aprire gli occhi a qualcuno, magari farà camminare più radenti ai muri… l’importante è che sortisca effetti!


Immagine da pexels.com

Io vi maledico: siete nella stanza dei bottoni, posti lì dalla fiducia di qualcuno che credeva in voi, ma siete stati capaci solo di fare i vostri porci comodi.
Non meritate di essere definiti umani, immondi sacchi di sterco putrescente che emana solo olezzo di morte, ma lo sapete ben nascondere, sì: dietro una faccia pulita e sorridente per ingannare gli stolti che ancora vi guardano filtrati da uno schermo che vi abbellisce fuori e che trattiene il tanfo che emanate.
Io vi maledico, sordida razza di voltagabbana di quanti non sono come voi, perché sì, tra di voi, anche quando fingete di darvele di santa ragione, ammiccate in modo da capire che è solo farsa, mera illusione per lo sguardo poco attento.
Non pagherete mai per le vostre colpe: né in sede giudiziaria, poiché la giustizia è uguale per tutti, ma qualcuno è più uguale degli altri; né in ambito economico, perché sapete ben fare il vostro lavoro e alla cieca burocrazia che avete addestrato apparite poveri in canna; né in ambito civile, perché la gente scorda fin troppo in fretta quel che avete le vostre malefatte e siete bravi a fingervi persone oneste e sincere, quando vi chiederanno perché l’avete fatto.
Aborrite le differenze, quindi ci volete tutti schiavi, ma no: la schiavitù è un termine che non può essere detto, quindi servi della gleba, di uno stato che più canaglia non si può, perché falso e ipocrita, che cela i suoi intenti dietro proclami imbellettati all’uopo.
Io vi maledico, spero che quel brandello di coscienza che, forse, ancora vi resta, bruci di una fiamma inestinguibile, ‘sì da farvi piangere il sangue che avete versato, ma che le vostre mani, lorde di vite infrante, non hanno mai sfiorato per la parvenza da salvare; mi auguro che il corpo, sacro ricettacolo, si ribelli alla mente diabolica e ferale che l’abita e vi infligga lo stesso male che voi fate ad altri.
Io vi maledico, signori del mondo, figli di una meretrice che non ha saputo darvi né etica, né morale alcuna e che magari è pure orgogliosa del vostro scellerato operato. Io vi maledico dal primo all’ultimo, ma non sta a me operare per farvi soffrire: lo patirete voi stessi sulla vostra stessa pelle, in questa vita o in quella che ha da venire!

53 commenti su “Io vi maledico”

        1. Keep Calm & Drink Coffee

          Ecco.
          E a me fa tanto paura anche quello “scordare in fretta” della gente.
          Potremo mai imparare qualcosa?
          GRAZIE Alessandro.

                                1. Ti dirò: mi sembra ipocrita come soluzione…

                                  D’altro canto ormai è andata: non mi rimangio certo quel che ho scritto e, se necessario, ne pagherò le conseguenze, ma confido che il Karma chiuda un occhio, per stavolta! 😉

                              1. Tu sai quanto concordo… Di solito non auguro mai del male a nessuno, per principio, ma se esiste una Giustizia non terrena, e io credo che esista, verrà il giorno (come disse Fra Cristoforo)

                                  1. … e quando anche l’ultima capacità di raziocinio e memoria storica verranno cancellate, avranno vinto perché nessuno si ricorderà più il motivo per cui alcuni erano schifati

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: