Vai al contenuto

La parola misteriosa (2)

2. Intervallo (Low Profile)

immagine da pexels.com

Parola decisamente duttile, che ha una decina di accezioni diverse in base all’ambito di applicazione: dallo sport, alla musica; dalla matematica all’ottica, passando per la scienza… E non in tutti ha un’uguale accezione, visto che talvolta può voler dire Pausa, mentre altre indica tutto ciò che è compreso tra due Estremi.
Tuttavia, l’etimo (e stavolta non sto scherzando, stranamente) è latino e si riferisce al territorio compreso tra due palizzate, le strutture difensive più comuni all’epoca. Che poi, nell’intervallo, i soldati delle legioni (i legionari, ma non le legionelle) facessero in quello spazio circoscritto (altra bella parola, ma che nessuno ha avuto il coraggio di suggerire) delle bellissime scampagnate è altrettanto noto e infine, non certo per importanza, si deve a questo Intervallo anche la nascita di sport come lo Squash (Squish, Squosh, Squash… a seconda dei dialetti parlati) che poi ha iniziato a coinvolgere anche i cuochi e tutti gli addetti alle cucine dei castrum (qui le parole meravigliose si sprecano) conducendo alla nascita del Padel, visto che i racchettoni da spiaggia erano ormai la dotazione tipica dei soldati delle coorti ed erano introvabili in qualsiasi negozio di sport o di giocatolli dell’epoca.
Un antenato di Mastrota si dice abbia fatto sesterzi e seraddrizzi in quantità vendendo batterie (qualcuno è stato fregato e, per la vergogna, è stato seppellito in una grancassa) di padelle per praticare questa nuova disciplina, che, retroattivamente, è stata inserita nelle Olimpiadi dell’era antica.

Segnalazione doverosa: Intervallo è anche il nome di un proteggislip di un noto brand.
Cosa c’entra tutto questo con il nostro padel? Niente, forse…
Impadellarsi, in qualche dialetto del settentrione (e forse anche oltre) indica l’attività tipica di chi, seduto a tavola, tende a sporcarsi gli abiti che indossa, magari facendo la scarpetta direttamente dalla padella (quanta volgarità… scusate, sto scrivendo con la bocca piena, anche se non si vede) e da qui all’imbrattarsi altrove… beh è un attimo.

E ora un tipico Intervallo anni ’70.

Intervallo anni 70 originale con immagini di pecore

37 commenti su “La parola misteriosa (2)”

      1. Ottimo direi! Sapevo che avresti menzionato i proteggi slip, ma il vero colpo d’autore è l’intervallo televisivo: speravo nelle foto delle città, ma chapeau lo stesso! G.l.

        1. I proteggi slip sono stati un suggerimento da un’eminenza grigia… o per meglio dire rossa 😛
          L’intervallo con le pecore, visto il tenore dell’attuale massa di gente, mi è parso il più appropriato! 😀

          PS: io del padel non so niente.

          PPS: g.l.b.p. sempre! 😀

        2. Che bello!!! Non si finisce mai di imparare 😘
          Mi ricordo che mia mamma, quando era piccola, mi raccomandava di non farmi delle padelle mentre mangiavo qualcosa di padelloso 😉😉😉

            1. Beh, quello delle pecore non lo ricordavo, ma mi è parso degno di nota! 😛
              Gli altri sì, ce l’ho ancora in angolino della memoria.

              PS: che sei matusalemmizzata, lo so, lo so: ho toccato con mano la decadenza delle carni! 🙈🤣

              1. Non per puntualizzare, ma non che tu sia propriamente un giovin virgulto…sei solo due “tacche” indietro 😈😛

                1. Fantastico Alex quella del Padel non la conoscevo proprio e neanche ci sarei mai arrivata se non lo avessi letto da te. Bravissimo 👏👏👏 continua così che questo gioco mi gusta un sacco 😊

                Rispondi a luisa zambrotta Annulla risposta

                %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: